Cerca
  • Silvia

Qualche segreto per realizzare dolci soffici senza glutine

Aggiornamento: 28 ott 2020

Sono celiaca da quando ero adolescente, e da allora, gli unici dolci che ho realizzato sono quelli senza glutine.

Così, rimango ancora di stucco quando qualcuno afferma: "ma dai, un dolce così buono e bello, ed è senza glutine?"

Certo che si! Tutto, ma proprio tutto ciò che troviamo in commercio si può realizzare a casa in versione gluten free.



In questi anni di esperimenti ne ho fatti moltissimi, ed è vero che, soprattutto quando si è alle prime armi con la diagnosi di celiachia, si è parecchio confusi e le farine senza glutine possono risultare difficili da utilizzare, perché hanno una resa diversa da quelle col glutine.


Quindi, in questo articolo, voglio riassumere i "segreti" e consigli che ho imparato in questi anni di pratica, affinché la realizzazione di un dolce gluten free possa risultare meno complessa.


Prima di iniziare, ricordate sempre di acquistare i prodotti che riportano la spiga barrata in confezione, certificati senza glutine e consigliati dal prontuario AIC Associazione Italiana Celiachia.


Prima di fare un dolce, dovete scegliere quale tipologia di farine utilizzare.

Per chi è alle prime armi, consiglio di usare i mix senza glutine per dolci soffici: sono una miscela di diverse farine e amidi che miglioreranno la consistenza del vostro dolce, rendendolo più soffice.

Se non volete utilizzare i mix, potete usare farine naturalmente senza glutine, come faccio io ( importante che riportino la spiga barrata o il claim SENZA GLUTINE in etichetta ), ad esempio: farina di riso, farina di mais ed aggiungere una piccola percentuale di fecola di patate ( anch’essa deve riportare la spiga barrata o il claim SENZA GLUTINE in etichetta ), che ha il potere di conferire sofficità all’impasto.


Una volta scelta la farina, possiamo iniziare a preparare il dolce, partendo dalle uova. Non dimenticate di tirarle fuori dal frigo con un po’ di anticipo, infatti è importante che siano a temperatura ambiente affinché si riescano a montare bene.


Altro consiglio che mi sento di darvi in merito alle uova, è quello di dividere i tuorli dagli albumi. Quindi, inizieremo a preparare il dolce montando i tuorli con lo zucchero per almeno 5 minuti, aggiungeremo poi olio ( io utilizzo sempre l’olio al posto del burro, perché a mio parere rende le torte più soffici e leggere ), acqua o latte a seconda della ricetta, farine, lievito ( il lievito deve essere aggiunto alla fine, poco prima di informare la torta nel forno preriscaldato, perché questa polvere lievitante inizia ad agire istantaneamente ). A parte monteremo gli albumi a neve ben ferma e li incorporeremo all’impasto precedentemente preparato utilizzando una spatola. È importantissimo che questa azione venga fatta con movimenti delicati dal basso verso l’alto, in questo modo il dolce incorporerà aria e risulterà più alto e soffice una volta cotto.


Nota: Un valido sostituto del lievito, è un mix di aceto di mele e bicarbonato, un agente lievitante naturale! Le dosi che io utilizzo per una torta di medie dimensioni sono: 3 cucchiai di aceto di mele ed un cucchiaino da tè di bicarbonato.


Una volta pronto il composto, dobbiamo occuparci della cottura.


Il forno va preriscaldato ( quando infornate la torta, il forno deve già aver raggiunto la temperatura classica di 180° ) ed il dolce posizionato della parte centrale in modo che il calore sia uniforme sia sotto che sopra di esso. Non aprite il forno prima che siano trascorsi 30 minuti, altrimenti il dolce collasserà.


Trascorso questo tempo, potrete aprire il forno e verificare la cottura della vostra torta con uno stecchino. Se risulta asciutto e pulito, il dolce è cotto. Se invece è umido, continuate la cottura per altri 5 minuti controllando a vista il dolce.


Se la superficie della torta risulta scura, potete appoggiare un foglio di alluminio sopra per evitare che si bruci.


Una volta estratta, non sformatela fino a quando non sarà completamente fredda! Io a volte per la fretta l’ho estratta dallo stampo ancora calda e … disastro!


Spero che questi consigli possano esservi utili.

Se necessitate di ulteriori chiarimenti potete compilare il box informazioni che trovate nella Home del mio sito con la vostra richiesta oppure scrivere una mail a pasticcerando@virgilio.it




#senzaglutine #glutenfree #dolci #pasticceria

147 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti